☳ Polpette 113

"March on! Heroes of every race! / The great Communist Party leads us in continuing the Long March!" (inno nazionale cinese, scritto da Tian Han, riabilitato nel '78)

questa è ⓟolpette, la vanzletter 

đây là thịt viên của tuần

ero indeciso se scrivere"ecco le polpette della settimana" in cinese - in occasione del centesimo anniversario del Partito - o in francese, con la scusa che Le Pen non ha conquistato nemmeno una regione. (per il resto, ti può anche stare sul culo Macron, ma con un’astensione del 66% non c'è da stare allegri).

alla fine l'ho scritto nella lingua che unisce la Francia all'Asia: quella vietnamita, per note ragioni storiche. ma insomma quindi vanz escile, ste polpette francesi: 

voilà ai pomodori e limone confit e voici di moletto con limone confit e coriandolo.

(se sei di quell3 che pensano che la cucina francese sia sopravvalutata forse dobbiamo parlare)


ma poiché quella cinese è la seconda grande cucina mondiale, mi premeva condividere un vegetale diffusissimo in Asia che qui da noi non si trova, che loro chiamano morning glory e ti servono saltato in padella piccantissimo.
è l'Ipomoea acquatica, da noi più nota (?) come spinaci d’acqua


segue la tua razione settimanale di polpette, come da disposizioni della Protezione Civile:


secondo questo post (non so quanto affidabile) il cetriolo avrebbe un CASINO di usi e pregi. ma è estate, quindi sotto a provarli tutti.


100 anni di PCC e vedi come siamo messi 

con le più gravi violazioni sistematiche dei diritti umani della storia (forse, ché è una gara dura), con una potenza globale tra le più nazionaliste di sempre (e con le tecnologie da guerra più letali della storia) ma anche con centinaia di milioni di cinesi strappati alla fame, il PCC ha compiuto cent’anni (bella fotogallery).

finché il partito si occupava di nutrire le grandi masse ci andava bene, oggi un po' meno. non sta a me fare i bilanci ma come dire, interessante ma non ci vivrei.

A post shared by @amnestyusa

a proposito di "cancel culture": le rivolte nere metodicamente cancellate dalla storia bianca

c'è un intero capitolo trasversale della storia che riguarda da una parte i massacri perpetrati dalla società bianca su quelle non bianche (dal colonialismo allo schiavismo, dall'apartheid agli abusi e alle discriminazioni sistemiche di oggi) e dall'altra le centinaia di rivolte nere contro tutti questi abusi e sopraffazioni.

entrambi i lati della faccenda non sono mai stati completamente scritti - quando non sono stati del tutto rimossi - nei libri di storia delle società bianche. lo ricorda l’attore e storico per passione Tom Hanks in questo articolo sul massacro di Tulsa.

la storia cancellata delle rivolte nere è riassunta in questo necessario pezzo del New Yorker


a margine, l’inginocchiarsi non è un Pericoloso Gesto Rivoluzionario di quei violenti (?) di Black Lives Matter, ma un gesto simbolico di Martin Luther King a Selma (evidentemente la FIGC, non è molto consapevole delle proprie affermazioni).

la cosa migliore l’ha scritta Francesco Costa, che ha ben chiaro quanto in Italia non abbiamo nemmeno cominciato a capire la questione razziale, e che quando saremo costretti a farlo “arriverà un brusco risveglio”.


quei velivoli non sono compatibili con le tecnologie umane conosciute

il report finale del Pentagono sugli avvistamenti (filmati, provati) di oggetti volanti non identificati che sembrano violare le leggi dell'aerodinamica è raccontato qui e anche qui e la conclusione più diffusa pare essere: non sono velivoli conosciuti, non sono armi segrete nostre, e se sono velivoli sperimentali nemici sono CAZZI perché vuol dire che hanno accesso a tecnologie che non riusciamo a immaginare.

alla fine non è da escludere che possano essere alieni, sembra dire il capo della Nasa, e potrebbe essere la conclusione più confortante.


le aziende vogliono farti pubblicità sonora nel sonno

la birra Coors starebbe sperimentando la "targeted dream incubation" per introdurre i prodotti nei sogni dei consumatori (per ora consenzienti). ma sembra più un case di marketing che ricerca reale.

(in ogni caso fossi in te non mi metterei un Echo o un Nest in camera da letto. ok se registra i tuoi ascolti televisivi e le chiacchiere da salotto, ma eviterei in aree sensibili della casa)


il fascino dei video di produzione industriale su TikTok è marketing

il format TV "Come è fatto" (di produzione québecoise) ci ha insegnato che qualunque produzione industriale può essere affascinante, se raccontata bene. su TikTok le aziende cinesi stanno sperimentando la pubblicazione dei processi di produzione dei prodotti che vendono (tipo questo) come forma di influencer marketing.


tutto quello che c’è da sapere sulla Ronda di Notte di Rembrandt

la Ronda di notte è stata restaurata nelle sue dimensioni originali (era stata ritagliata) ed è tornata allo splendore originale (era detta “di notte” perché era molto sporca).


l'affascinante storie degli autogrill a ponte Pavesi

ai tempi stupefacenti opere ingegneristiche autostradali e grandi cattedrali pagane dell'infanzia di noi genXer, Domus ricostruisce la storia degli Autogrill Pavesi a ponte, dove la borghesia degli anni '70 poteva permettersi di pranzare guardando le sottostanti corsie autostradali (noi proletari li invidiavamo da sotto).


in Galles hanno deciso di non costruire più strade

perché sanno che costruire strade e parcheggi significa letteralmente generare più automobili in circolazione, che non è una buona cosa se il tuo obiettivo è essere carbon neutral per il 2050 (pure poco ambizioso, va detto). quindi basta strade.

semplice, logico, lineare. ma vallo a dire qui in Italia e vedrai le reazioni, anche di gente che si dice preoccupata per il climate change ma "già separo la plastica, proprio la macchina mi dovete toccare?". e a questo proposito

l'UE ha fatto una legge obiettivo per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050

too little too late, ok, ma queste cose sono impo perché aprono la finestra di Overton e forniscono l'infrastruttura legislativa, poi si può sempre accelerare.


fare musica nel browser: Chrome Song Maker e Virtual Piano

Chrome Song Maker è figo, anche se non impressionerà chi conosce i software di composizione musicale (o semplicemente ha già Garage Band installato)
ma quello che mi chiedo è: con il Virtual Piano come fai a fare gli accordi?


l'ufficio del futuro sarà delocalizzato? 

la nuova idea di ufficio che emerge dalle considerazioni post-pandemiche sembra essere una soluzione ibrida a "mozzo e raggi" (hub and spoke) tra la casa, il coworking e l'ufficio: una sede centrale con uffici e scrivanie a rotazione, sedi periferiche di proprietà o in coworking nei quartieri decentrati della città per consentire di perdere meno tempo in strada e non andare in sede tutt3 insieme. spiegato meglio qui.


il re dei titoli di testa Saul Bass lo conosci, ma Pablo Fierro?

due video di Little White Lies su due grandi nomi del design dei titoli di testa nei film: il grande Saul Bass dei film di Hitchcock

e il meno noto Pablo Fierro, autore dei rivoluzionari titoli di testa del Dottor Stranamore


lo sai cosa sono gli alberi drago di Socotra? io non lo sapevo

non sapevo che Socotra è una di quattro isole di un arcipelago dello Yemen, irraggiungibile per metà dell'anno, che ospita un alto numero di specie endemiche (="che ci sono solo lì"). 

"Il 37% delle 825 specie di piante presenti sull'isola sono uniche al mondo. Una delle piante più caratteristiche è la dracena drago di Socotra (Dracaena cinnabari), da cui si estrae il "sangue di drago", una resina di colore rosso usata nei tempi antichi sia in medicina, che come incenso e come colorante."

qui il reportage di Daniel Kordan, che fa un mestiere che vorrei fare io.


l'evoluzione delle tecnologie (e dei media) in un piano sequenza animato che devolve in un grottesco incubo digitale. insomma non lo so mica spiegare bene


dinamiche di gregge dall'aria

e dinamiche di stormo da terra (murmuration)


il prodottino della settimana: lo zainetto da città Decathlon

premessa: fino a ieri ho usato in ogni occasione (città, trekking, viaggi) un classico zainetto Quechua 10 litri di Decathlon di color blu e diarrea che era fantastico come capienza e materiali, ma oribbile come estetica.

all'ennesima minaccia di Enza di bruciarlo in un falò mi son deciso a cambiarlo, relegandolo alle uscite in montagna (per cui resta molto comodo) e passando a un più urbano zainetto NH150, che secondo Decathlon sarebbe sempre da montagna ma invece è puro cittadino (non ha la cinghia per stringerlo sul petto, per dire). però sempre abbastanza capiente e decisamente più sobrio e minimal.
19€, ottimo acquisto.
Pro tip: come con tutti i prodotti Decathlon, se il tuo negozio non lo tiene puoi ordinarlo online a fartelo consegnare lì.

INOLTRE

occhio che tra i tanti saldi più o meno farlocchi sono iniziati quelli piuttosto veri di UNIQLO (SALDI UOMO / SALDI DONNA).

io ho approfittato per rinnovare il piumino (da città, -40%), cioè la versione invernale del parka idrorepellente estivo (traspirante, impermeabile, leggerissimo) che è l’articolo (non in saldo, purtroppo) che ti consiglio di più come rapporto qualità/prezzo. qui da donna, qui da uomo.


le Polpette non hanno affiliazioni con Amazon né altri vendor, e non incassano un dollaro bucato dai prodotti e servizi che consigliano. esse inoltre non hanno tempo né interesse di tenere conto di considerazioni etico-politiche sul comportamento dei vendor, trattandosi di giudizi (complessi, come la società in cui viviamo) che si fanno sul piano personale. siamo tutti adulti - e adesso ormai pure vaccinati.


la scrittura di questa newsletter avviene abitualmente in modalità carbon-free, con il 100% di energia rinnovabile e socialmente sostenibile fornita da ènostra.