☳ Polpette 109

עוד לא אבדה תקותנו (non è ancora persa la nostra speranza)

questa è ⓟolpette, la vanzletter 

הנה קציצות השבוע

"ecco le polpette della settimana" è scritto in ebraico, sperando che queste Polpette possano accompagnare Bibi verso il suo meritato destino nel dimenticatoio della storia (per il resto ci penserà la magistratura).

una curiosità di Israele è che non ha una vera e propria Costituzione, ma 13 leggi fondamentali (nel 2003 avrebbe iniziato un percorso per dotarsi di una Costituzione che non so come stia procedendo). ma d'altra parte nemmeno il Regno Unito ha una singola Carta costituzionale.

da più parti sono indicati i falafel come polpette israeliane, ma i falafel sono in tutto il Medio Oriente quindi boh: forse le vere polpette israeliane sono i K'tzitzot o Ketzitzot, c'è chi dice di pollo e tacchino, chi di vitello. metto questa ricetta perché c'è il sommacco, che ho comprato ma non so mai come usare.


segue la tua razione settimanale di polpette, come da disposizioni della Protezione Civile:

il massacro razzista di Tulsa
è trascorso il centenario della strage razzista di Tulsa e finalmente se ne è parlato un po' anche da noi (solo un pochino). chiaro che negli USA è un evento più noto, anche se solo negli ultimi anni la questione razziale ha fatto sì che abbia forse acquisito il peso storico che merita. ne ha un po’ il merito anche Watchmen, la serie TV di Daniel Lindelof tratta dall'omonima graphic novel di Alan Moore.
Public Review racconta la strage di Tulsa in modo preciso e puntuale, corredandola di immagini d'archivio sgradevoli ma necessarie.


spostarsi nell'Impero Romano non è mai stato così facile

un progetto di Stanford che genera una sorta di Google Maps per Europa e Medio oriente durante l'Impero Romano. viaggiare da Mediolanum a Costantinopolis non è mai stato più semplice di così. (l'hanno linkato un po’ tutti, ma è tanto figo quanto perfettamente inutile).


ogni possibile percorso (animato) nelle vie d'acqua degli USA

altro tool che ha girato parecchio è questa mappa interattiva che mostra il viaggio animato, in soggettiva aerea, che farebbe una goccia d'acqua per arrivare da qualunque città USA fino all'oceano di competenza, attraverso la rete idrica nordamericana. affascinante. sarebbe bello averlo sull'Italia ma chi fa robe simili da noi? nessuno.

curiosità: partendo dal centro geografico degli USA (Lebanon, Kansas), l'acqua finisce nel Golfo del Messico.


viaggio in scene urbane italiane che non esistono

terzo tool geografico figo della settimana, questo strumento di creazione di viaggi pittorici infiniti nei paesaggi urbani di sei città italiane (Milano, Como, Bergamo, Venezia, Genova, Roma, Catania, Palermo), prodotti da un modello generativo di intelligenza artificiale. carrellate urbane che esistono e non esistono.


Simone Biles ha fatto una roba che mamma mia

l'esercizio eseguito dalla ginnasta Simone Biles si chiama Yurchenko double pike ed è talmente difficile e pericoloso che le giurie lo penalizzano, per scoraggiarne l'adozione.


questo naturalmente non ferma altre talentuose atlete della ginnastica artistica, tanto che Jarey Carey si è messa subito a rifarlo, cercando pure di superarlo.


sulla censura delle opere d'arte che simboleggiano episodi di razzismo

da Aeon, ottima e mai pallosa testata di filosofia sociale contemporanea, una nuova voce sul dibattito sull'abbattere statue e non esporre dipinti con una connotazione storica razzista o sessista. ha senso? i pro e i contro, e una possibile soluzione per i curatori di musei e opere: contestualizzarli, connotarli e discuterli pubblicamente.

Artworks speak, act and have concrete consequences for people’s lives. Recognising artistic speech or expression reveals a distinctive potential harm towards marginalised groups. So how should we manage it?


The woman and the car, in public domain

nel 1909 Dorothy Levitt, la prima pilota di corse automobilistiche britannica e pioniera dell'indipendenza femminile, scrisse un manualetto dedicato alle donne automobiliste ("a chatty little handbook for all women who motor or who want to motor").

Levitt consigliava alle donne di usare uno specchietto per il trucco per controllare le auto alle loro spalle, inventando così lo specchietto retrovisore.
suggeriva anche alle donne di tenere a portata di mano una Colt automatica, quando erano al volante. interamente leggibile e scaricabile su Internet Archive.


font anomali e bizzarri, ma non cringe

Da Typography.com una raccolta di font anomali, eccentrici, apparentemente grotteschi che però hanno un loro perché. provali: they'll grow on you, assicura JH.


usare il podcast per i radiodrammi

Shipworm è il primo episodio di un nuovo formato di podcast che i suoi creatori definiscono feature-length audio movie, cioè un lungometraggio sonoro, e che ricorda un po' i radiodrammi di una volta. i confini tra formati e media si sfumano. esperimento interessante, e forse ne sentiremo più spesso.


eroi del Novecento: Yuan Longping e Norman Borlaug

Yuan Longpin, morto il 22 maggio, è celebrato dall'Economist con un articolo e un post su Instagram:

A post shared by @theeconomist

negli anni '70 creò una varietà ibrida di riso che rendeva il 20-30% di più a ogni raccolto, contribuendo a salvare milioni di cinesi che rischiavano la morte per fame.

è l’occasione per celebrare anche l'agronomo statunitense Norman Borlaug, che incrociando diverse varietà di grano diede il via a una rivoluzione in agronomia che creò cibo per miliardi di persone sul pianeta, e gli valse il Nobel per la pace. potrebbe essere la singola persona che ha salvato più vite umane nella storia del pianeta.


73 libri consigliati per l'estate dal New York Times 

(suddivisi in 11 categorie, ovviamente in inglese)


stessa cosa da The Atlantic


le migliori spiagge d'Irlanda secondo Lonely Planet

andare al mare in Irlanda (queste le migliori spiagge) non è il tipo di vacanza che viene in mente a chi vive sul Mediterraneo, però noi ci stiamo facendo un pensierino per quest'estate, e se l'idea di tuffarci nell'Oceano Atlantico non ci è proprio del tutto ostile, abbiamo imparato con l’esperienza che serve un minimo di attrezzatura (cioè almeno una mezza muta per mari freschetti).


se invece ti piace viaggiare per il brivido

forse dovresti provare ad atterrare all'aeroporto di Tenzing, in Nepal, considerato l'aeroporto più pericoloso al mondo: pista breve incastonata tra una montagna e una rupe, con condizioni meteo spesso avverse e che cambiano molto rapidamente. è la pista del campo base per la scalata al monte Everest, e fu costruita da Edmund Hillary, che conquistò per primo la vetta dell’Everest.


il cielo stellato e sconosciuto

uno studio internazionale incrociato sulla mappa dell’energia oscura (dark matter) effettuato attraverso il telescopio Victor Blanco in Cile, con un sito dedicato a www.darkenergysurvey.org

la materia oscura e l’energia oscura costituiscono il 95% dell’universo. tutta la materia che conosciamo e possiamo immaginare forma solo un ventesimo della realtà. spiegato qui (brevemente) sul manifesto.


come attraversare la linea del cambiamento data 7 volte in un giorno

anomalie geografiche: viaggiando in linea retta dalle Hawaii verso l'Antartide in direzione sud-sudest, si può attraversare la linea del cambiamento di data per sette volte consecutive. da mettere nella bucket list sotto "cose da fare a Capodanno" (noleggiando un Boeing 737, suppongo).


la mappa delle Bestie Fantastiche della mitologia greca

(a dimensioni intere qui)


il misterioso atlante storico di Edward Quin

Oxford graduate, London barrister, and amateur cartographer, Quin pubblicò un Atlante del Mondo del quale si sa poco e niente, ma che ha questa fantastica, evocativa immagine dei continenti allora conosciuti:


il prodottino della settimana: il ritorno delle foto istantanee

non so se ci avete fatto caso ma stanno tornando le Polaroid, in versione riveduta e rinnovata: oggi le producono sia il marchio originale Polaroid (Polaroid Go, formato 5,4 cm) che Kodak (Instant Print camera, in diversi formati), che Fujifilm (Instax, formati mini, square e wide). (io di solito tendo a propendere per Fuji, come brand).


le Polpette non hanno affiliazioni con Amazon né altri vendor, e non incassa un dollaro dai prodotti e servizi che consiglia. esse inoltre non hanno tempo né interesse di tenere conto di considerazioni etico-politiche sul comportamento dei vendor, trattandosi di giudizi (complessi, come la società in cui viviamo) che si fanno sul piano personale. siamo tutti adulti - e adesso ormai pure vaccinati.


la scrittura di questa newsletter avviene abitualmente in modalità carbon-free, con il 100% di energia rinnovabile e socialmente sostenibile fornita da ènostra.

ènostra ha fatto una partnership con una delle aziende mass market più etiche del mondo